| | vivaspb.com | finntalk.com

FESTIVAL INTERNAZIONALE DI MUSICA D' ORGANO

Il Festival "Marzo Organistico" incrementa di anno in anno la sua popolarità attraverso l'inserimento di nuove sedi, nuovi strumenti e nuovi esecutori. L'Associazione Marzo Organisitco ha reso possibile questa manifestazione che oramai è conosciuta ed apprezzata in tutta Italia e all'estero. Il supporto dato dai privati in questi ultimi anni è risultato fondamentale ed ha permesso di rilanciare questo Festival sia attraverso nuove risorse economiche che umane.

 

XXV Marzo Organistico

Venticinque anni di attività musicale, concerti e lezioni nelle scuole del territorio veneziano, non potevano passare inosservati. Per questo l’associazione del Marzo organistico di Noale ha deciso di riproporre in autunno la rassegna organistica sospesa nella scorsa primavera a causa del lockdown per l’emergenza Covid. Obbligatoria la prenotazione tramite email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o con messaggio al 3517565544 (sms o whatsapp) indicando la data del concerto e il numero dei posti da riservare (i posti saranno tenuti prenotati fino a 10 minuti prima del concerto).

Ad aprire la rassegna, nella chiesa arcipretale di Noale, sarà il concerto del direttore artistico, il maestro Silvio Celeghin, che sarà accompagnato dal soprano Luisa Giannini e dal mezzosoprano Francesca Gerbasi: un omaggio all’organo e alla musica sacra vocale. “Sono felice di poter aprire la rassegna del XXV del nostro Marzo organistico. In realtà - spiega Celeghin – a marzo questo onore sarebbe dovuto toccare al grande organista di Notre Dame, Olivier Latry: purtroppo la sua agenda per quest’anno era già piena. Il maestro però ci ha promesso che sarà a Noale in una prossima edizione del nostro festival internazionale”.

Da sabato 10 ottobre in scena gli organisti che avrebbero dovuto esibirsi nel mese di marzo. A partire da Gianluca Libertucci, organista titolare del Vaticano, che suonerà per celebrare i cinquant’anni dell’organo costruito dai Fratelli Ruffati di Padova nel 1970. Il 17 ottobre toccherà a Zuzana Ferjenčikova, organista della Slovacchia, che ricorderà il grande maestro Jean Guillou scomparso il 26 gennaio 2019 e ospite del Marzo organistico nel 1997 e 2000. Il concerto di chiusura della rassegna autunnale sarà tenuto da Francesco Finotti, organista padovano, che eseguirà un programma di brani in omaggio a Johann Sebastian Bach e Johannes Brahms.

Tutti i concerti avranno inizio alle ore 20.45, con ingresso libero. I programmi dettagliati di ogni concerto si potranno consultare sul sito web www.marzorg.org e sui social.